Capelli grassi, quando correre ai ripari

L'estate per i nostri capelli è croce e delizia: se da una parte infatti le temperature ci permettono di non utilizzare phon e piastre e di lasciare asciugare i capelli in modo naturale anche all'aperto, dall'altra il caldo ci costringe a lavarli molto spesso, con conseguenze che non sono proprio ideali per la salute del nostro cuoio capelluto.

Per chi, in particolar modo, ha problemi di capelli grassi, le elevate temperature e il sudore non sono certo d'aiuto e il rischio è quello di dover ricorrere a lavaggi molto frequenti, che possono indebolire i capelli oltre che peggiorare le condizioni della cute, che viene stimolata a produrre sempre più sebo.

Attenzione però: se il problema dei capelli grassi è temporaneo e legato al periodo estivo, scegliere uno shampoo delicato e alternarlo ad un prodotto con funzione purificante potrà rappresentare un grosso aiuto nel tenere sotto controllo la situazione.
Se invece il problema si riscontra anche in altri periodi, è bene fare alcune valutazioni relative alle cause che scatenano la produzione eccessiva di sebo: stress, una dieta errata, squilibri ormonali. In alcuni casi, può essere necessario un approfondimento per capire se i capelli grassi siano causati da forme di iperidrosi o iperseborrea, problematiche che se non trattate nel modo giusto possono portare anche nel tempo a favorire la caduta dei capelli.