Follicolite del cuoio capelluto: cause, sintomi e rimedi più efficaci

La follicolite del cuoio capelluto è un’infiammazione del bulbo pilifero, ovvero l’area che contiene la radice del capello. Questa patologia è più diffusa di quanto si pensi e colpisce un gran numero di uomini, donne e anche bambini, non esclusivamente in corrispondenza della chioma ma anche di barba, baffi, gambe e potenzialmente ovunque ci siano bulbi piliferi in generale. A differire maggiormente, tuttavia, sono i sintomi.

Se nei casi più lievi la follicolite si manifesta attraverso la presenza di forfora, nei casi più intensi essa può creare disturbi più evidenti come:
A differire maggiormente, tuttavia, sono i sintomi.

Se nei casi più lievi la follicolite si manifesta attraverso la presenza di forfora, nei casi più intensi essa può creare disturbi più evidenti come:
– brufoli tra i capelli
– eccesso di pus dal cuoio capelluto
– foruncoli e pustole dal cuoio capelluto
– causando disagio tanto da un punto di vista estetico quanto da un punto di vista pratico (le follicoliti possono essere anche molto pruriginose e fastidiose). Per capire come contrastare questa patologia occorre, innanzitutto, comprenderne l’origine e le cause di base.

Follicolite del cuoio capelluto: le cause

Perchè a molte persone viene la follicolite del cuoio capelluto? Solitamente, le cause della follicolite sono da ricercarsi in un’infezione fungina o batterica che avviene quando si danneggiano i bulbi piliferi. I bulbi piliferi possono essere danneggiati per via di malattie di origine genetica (per esempio, la dermatite), ma anche a causa di trattamenti troppo aggressivi per capelli, spesso frutto di prodotti chimici eccessivamente pesanti per il cuoio capelluto. Alcuni comportamenti, inoltre, possono ulteriormente peggiorare la situazione.

Si tratta di abitudini dannose per il cuoio capelluto come:
– grattarsi o sfregarsi frequentemente la testa
– tirare o attorcigliare i capelli
– scegliere acconciature che tirano i capelli, come code di cavallo strette o trecce
– indossare spesso cappelli
– indossare spesso caschi sportivi
– usare molti prodotti per capelli, che possono accumularsi nel tempo sul cuoio capelluto

Come si manifesta la follicolite del cuoio capelluto: i sintomi più comuni

La follicolite inizialmente provoca piccole protuberanze rosse che somigliano a un’eruzione cutanea. Nel tempo, può diffondersi ad altri follicoli e le protuberanze possono diventare più grandi e infiammate.
Sebbene possa interessare qualsiasi parte del cuoio capelluto, spesso l’infiammazione ha inizio lungo l’attaccatura dei capelli.

Altri segni e sintomi di follicolite del cuoio capelluto includono:
– grappoli di minuscole protuberanze rosse sul cuoio capelluto che possono avere una punta bianca
– piaghe con croste marrone-giallastre
– piaghe che drenano il pus
– prurito
– sensazione di bruciore o pungente
– dolore o tenerezza

La follicolite, fortunatamente, non è contagiosa in alcun modo, ma nei casi peggiori può causare cicatrici e risultare concausa della perdita permanente dei capelli. Per questo occorre curare la follicolite attraverso prodotti adeguati.

Come curare la follicolite del cuoio capelluto

Come spesso accade in ambito medico, la prevenzione è la prima arma di una buona terapia. Di conseguenza, la cura della follicolite ha luogo innanzitutto a casa, nella gestione quotidiana dei propri capelli. Evitare di grattarli, di indossare spesso caschi o di mettere strati su strati di gel o prodotti per capelli di bassa qualità aiuterà a prevenire l’insorgere di problemi, evitando di stressare in maniera eccessiva e non naturale il cuoio capelluto.
Ciò detto, naturalmente è necessario detergere costantemente i propri capelli per mantenere una buona igiene dei bulbi piliferi, senza tuttavia danneggiarli. Per ottenere questo risultato, la ricerca offre oggi alcuni prodotti professionali per la cura della follicolite del cuoio capelluto.

Shampoo e crema per la cura della follicolite

Fortunatamente, esistono shampoo e creme professionali per la cura della follicolite. Questi prodotti svolgono un’importante azione antiinfiammatoria e lenitiva, aiutando il cuoio capelluto ad eliminare l’infezione e regolare nel tempo la produzione di sebo. Il cuoio capelluto, libero da accumuli sebacei, può tornare ad ospitare capelli sani e forti, favorendo anche la ricrescita.

Frutto di svariati anni di ricerca ed ottimizzazione del prodotto, il Kit seboregolatore urto di CR LAB è composto da un preshampoo, uno shampoo ed una fiala, ed ha una durata di circa un mese (5 settimane). I primi due step della terapia, costituiti dal preshampoo e dallo shampoo, hanno il principale scopo di pulire e preparare la cute per il terzo step, costituito dalla fiala ad azione urto.

Queste fiale contengono un mix di olii essenziali a base di Jacoba e Avocado, che svolgono un’importante azione seboregolatrice. Inoltre, troviamo anche estratti di Acido Azelaico e di Stella Alpina, che con le loro azioni astringenti e antimicrobica allontanano le infezioni fungine e batteriche. Essendo in larga parte basato su ingredienti naturali, il Kit seboregolatore CRLAB può essere usato ripetutamente nel tempo senza provare alcun danno ai capelli e alla superfice cutanea.

Follicolite: quanto dura

Una domanda spesso posta da chi ne soffre è quanto ci mette a passare la follicolite del cuoio capelluto? Sfortunatamente, non è possibile fornire una risposta certa. La patologia potrebbe infatti rivelarsi transitoria così come cronica, e numerose concause potrebbero intervenire favorendo la transizione o la sua permanenza.

Di conseguenza, l’aspetto più importante quando si parla di follicolite del cuoio capelluto è costituito proprio dalla capacità di regolare l’azione del sebo nel tempo, e per farlo occorre usare prodotti professionali altamente efficienti, ma anche sicuri per i propri capelli.

Capelli Sani nascono da un Cuoio capelluto Sano.

Questo concetto è alla base della nostra Filosofia. Verificare lo stato di equilibtrio del Sistema Cute-Capelli.