2 Omaggi per tutti, -20% con ESTATE20 e -12% con TRICO12
Carrello

Carrello

Perdita dei capelli e carenza di vitamina D sono collegate?

Con l’arrivo dell’inverno molte persone si trovano ad affrontare una maggiore caduta dei capelli: questo fenomeno, che prende il nome di effluvium stagionale, può essere attribuito, almeno in parte, alla carenza di vitamina D: una sostanza essenziale per il nostro organismo. L'esposizione al sole è fondamentale per la sintesi della vitamina D nel nostro corpo, quindi le variazioni di luce e temperatura tipiche dei mesi più freddi dell’anno potrebbero diventare un fattore responsabile della perdita dei capelli. Scopriamo insieme la connessione tra la vitamina D e il benessere dei capelli, i sintomi di una carenza di questa vitamina e come reintegrarla per prevenire la caduta stagionale dei capelli.

Che cos'è la vitamina D?

La vitamina D è una vitamina liposolubile essenziale per il corretto funzionamento dell’organismo. Una delle principali fonti di vitamina D è l’esposizione al sole; infatti, la maggior parte della vitamina D necessaria alla salute è sintetizzata attraverso la pelle per effetto dei raggi ultravioletti (UV), che non sono né visibili né percettibili. In particolare, la provitamina D3 è prodotta unicamente attraverso i raggi UVB. Questa vitamina è fondamentale per diverse funzioni nel nostro corpo, compresa la salute delle ossa, del sistema immunitario e, come scopriremo, dei capelli.

In che modo la vitamina D influisce sui capelli?

La vitamina D si rivela fondamentale per la salute dei capelli, che influenza attraverso una serie di meccanismi biochimici. Per comprendere appieno questa connessione, è importante esaminare il ciclo di vita del capello e il ruolo della vitamina D in ciascuna delle sue fasi:

1. Fase Anagen:

Questa è la fase di crescita attiva del capello, in cui i follicoli piliferi lavorano a pieno ritmo. In questa fase la vitamina D svolge un ruolo essenziale, stimolando la crescita dei capelli: una sua carenza può rallentare questo processo e renderli più sottili e miniaturizzati.

2. Fase Catagen:

Durante questa fase, il follicolo pilifero si contrae e il capello smette di crescere, radicandosi all’interno del follicolo inattivo. La vitamina D aiuta a mantenere un ambiente sano all’interno del follicolo pilifero, contribuendo così alla salute generale dei capelli.

3. Fase Telogen:

Questa è la fase di riposo in cui il capello si avvicina lentamente agli strati più superficiali del cuoio capelluto, preparandosi a cadere e lasciare spazio a uno nuovo. Una carenza di vitamina D può portare a un accumulo di capelli in fase telogen, che si manifesta con una caduta dei capelli più intensa e frequente.

Inoltre, la vitamina D è coinvolta nella regolazione delle risposte infiammatorie del cuoio capelluto. L’infiammazione cronica del cuoio capelluto è stata associata a condizioni come la dermatite seborroica e la psoriasi, che possono influenzare negativamente la salute dei capelli. La vitamina D può aiutare a mantenere l’infiammazione sotto controllo e promuovere un ambiente più salutare per la crescita dei capelli.

Quali sono i sintomi di una carenza di vitamina D?

La carenza di vitamina D può manifestarsi in vari modi, tra cui:

  1. Caduta dei capelli: come già accennato, una caduta eccessiva dei capelli può essere uno dei primi segnali di una carenza di vitamina D;

  2. Stanchezza: la vitamina D svolge un ruolo chiave nella regolazione dei livelli energetici del corpo; una carenza sintomatica di vitamina D può causare affaticamento cronico e compromettere anche l’umore;

  3. Problemi ossei: la carenza di vitamina D compromette in diversi modi la mineralizzazione ossea, che si manifesta con una minore densità e un maggiore rischio di osteoporosi.

Come reintegrare la vitamina D per prevenire la caduta stagionale dei capelli

Per prevenire la caduta stagionale dei capelli causata dalla carenza di vitamina D, è importante assicurarsi di ottenere una quantità sufficiente di questa vitamina.

È possibile incrementare l’assunzione di vitamina D attraverso la dieta. Alcuni alimenti ricchi di vitamina D includono i pesci grassi, come il salmone e il tonno, il fegato, i tuorli d’uovo e l’avocado. Tuttavia, può essere difficile ottenere una quantità sufficiente di vitamina D solo attraverso l’alimentazione, soprattutto durante i mesi più bui dell’anno, in cui l’esposizione al sole è ridotta al minimo: ecco allora la possibilità di introdurre degli integratori alimentari specifici per il benessere dei capelli.

Accanto ad un’alimentazione bilanciata, puoi fornire alla tua chioma tutto il supporto necessario con CRLAB Vitamine e Minerali: un complesso vitaminico completo, arricchito con vitamina D, biotina, zinco, e magnesio, micronutrienti essenziali nel naturale ciclo vitale dei follicoli piliferi.

Oltre a svolgere una funzione fondamentale durante la fase di crescita del capello, la vitamina D mantiene l’integrità del film idrolipidico, contrastando la formazione della forfora, per una chioma folta e protetta.

Quest’inverno regala ai tuoi capelli tutti i nutrienti di cui hanno bisogno per risplendere di nuova luce

condividi:

Facebook
WhatsApp