Area scientifica

Collaborazione scientifica del prof. Marco Toscani e del dott. Pasquale Fino, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, Policlinico Umberto I – Università “Sapienza” di Roma.

Sia uomini che donne di ogni età possono avere  i capelli secchi e aridi.  Tale situazione viene vissuta non solo come un problema di tipo estetico ma col tempo può rappresentare un problema di salute dei capelli. I capelli secchi spesso appaiono deboli, fragili e tendono a sfibrarsi ed a spezzarsi.

I capelli secchi spesso sono soggetti a tricoptilosi  (doppie punte) o altre forme di danneggiamento del fusto.

Spesso insieme alla presenza di capelli secchi riscontriamo diversi sintomi tra cui: capelli secchi e sfibrati con doppie punte, capelli molto fini e secchi che si spezzano con facilità, cute grassa e capelli secchi, cute secca e capelli secchi, capelli secchi e sottili soggetti a caduta.

Le cause dei capelli secchi

Le cause che portano ai capelli secchi sono varie e difficili da contrastare. Non riuscendo a debellare la causa, si interviene sui sintomi. Questo ci permette di attenuare il problema e renderlo gestibile. Tra le cause endogene vanno ricordate quelle ormonali in quanto gli ormoni influenzano la formazione del capello e l’attività dei follicoli piliferi inibendo la produzione di sebo. Un’altra causa è rappresentata dalle carenze alimentari o da diete povere di proteine, vitamine o minerali. La carenza di tali nutrienti infatti modifica il processo di cheratinizzazione del capello, determinando un indebolimento ed un assottigliamento dei capelli.
Da annoverare anche le cause genetiche: i capelli secchi sono la conseguenza di fattori ereditari.
Importante causa dei capelli secchi è la ridotta produzione di sebo.

Tra le cause esogene possiamo ricordare i trattamenti cosmetici per i capelli come permanenti, tinture, meches, e l’uso continuo della piastra. Infatti la piastra può far spezzare i capelli come anche le tinture e decolorazioni strong a base di ammoniaca e H2O2 ad alti volumi. Inoltre in età senile a causa della progressiva atrofia degli annessi e delle ghiandole sebacee i capelli tendono a diventare sempre più secchi.


Lavarsi spesso i capelli e l’uso continuo di shampoo aggressivi possono provocare secchezza sia dei capelli che della cute. L’utilizzo del phon a temperature alte o troppo vicino al cuoio capelluto è un’altra causa esogena di aridità dei capelli.
Tra i fattori ambientali l’eccessiva esposizione ai raggi solari, alle temperature rigide, il sale marino, il cloro delle piscine e l’inquinamento atmosferico danneggiano i capelli e li rendono aridi e secchi.

Si riscontrano molti casi di soggetti con cute grassa e capelli secchi a livello delle punte. Ciò avviene quando viene prodotta una eccessiva quantità di sebo grasso. Il sebo grasso a differenza di quello oleoso si ancora sul cuoio capelluto e non lubrifica i capelli. In questi casi occorre lavare e detergere il cuoio capelluto grasso, nutrendo e lubrificando le punte secche. Occorre in poche parole ristabilire l’equilibrio acido-idro-lipidico della cute in modo da rendere i capelli lucidi e vitali. La secchezza di cute e capelli può avere una duplice causa. La prima dipende da un difetto nella secrezione del sebo per cui la quantità di lipidi espulsi sul cuoio capelluto è così bassa da non riuscire a lubrificare la cute e i capelli. La seconda invece deriva da una ridotta sudorazione per cui le ghiandole sudoripare non funzionano per cui non arriva sulla cute un corretto apporto di acqua che ha il compito di cospargere in modo uniforme il sebo su tutta la capigliatura.

La seccheza di cute e capelli inoltre può originare dalla combinazione di questi due cause sopra menzionate.
I capelli secchi e crespi spesso sono il risultato di questa carenza di lipidi e liquidi che normalmente aiutano a districare i capelli. Quando i capelli secchi si associano a cute secca occorre fornire un apporto maggiore di lipidi, acqua e sostanze nutrienti in modo da stimolare sia la funzione delle ghiandole sebacee che quella delle ghiandole sudoripare. La laserterapia vascolarizza la cute mentre il massaggio giornaliero al cuoio capelluto favorisce la secrezione cutanea.

Capelli secchi: rimedi e trattamenti

Quando il problema dei capelli secchi non è grave si può ricorrere a rimedi naturali che permettono di rinforzare i capelli con l’utilizzo di impacchi di oli vegetali, maschere ristrutturanti, shampoo nutrienti oppure a trattamenti specifici per le diverse tipologie di capelli.

Capelli molto secchi, sfibrati e soggetti ad assottigliamento tendono a cadere per cui occorre rivolgersi ad uno specialista per una corretta terapia prima che sia troppo tardi.

Capelli fini

Fattori genetici influiscono e determinano il diametro dei capelli.
Il loro volume varia da persona a persona. Per questo motivo alcuni individui nascono con capelli fini, invece altri nascono con capelli spessi sin dalla nascita.
Il diametro dei capelli è un elemento molto importante. Esso oltre che a caratterizzare il loro aspetto ci da informazioni anche sul loro stato di salute. I capelli fini sono meno belli, meno vitali, meno robusti e più vulnerabili di quelli spessi, per cui essi sono maggiormente aggrediti da agenti esterni ed interni.

Scopri di più »

Struttura e chimica del cuoio capelluto

l cuoio capelluto essendo costituito da pelle (come tutte le altre zone del corpo) è soggetto a problemi quali alterazioni, anomalie, disturbi o malattie vere e proprie. Il compito del cuoio capelluto è quello di proteggere il cervello non solo attraverso la presenza dei capelli, ma anche attraverso la termoregolazione di tutta la testa, filtrando i raggi del sole ed impedendo l’eccessiva dispersione di calore in ambienti freddi.
Il cuoio capelluto è tenacemente adeso, con interposizione di scarsissimo tessuto connettivo, alla galea capitis, aponeurosi che riveste direttamente le ossa del cranio.

Scopri di più »

Dolore al cuoio capelluto

Dolore ed irritazione al cuoio capelluto (o tricodinia) sono situazioni patologiche percepite sia da donne (in percentuale maggiore) che da uomini (in percentuale minore). Il dolore, spontaneo oppure provocato dal trattamento, sentito sul cuoio capelluto, in particolare in corrispondenza della radice dei capelli, può essere più o meno intenso, alternarsi a periodi di scomparsa, associarsi a bruciore, formicolio o prurito.
Di solito, questa particolare problema del cuoio capelluto non risulta avere una sicura collocazione ed aumenta quando si toccano i capelli o ci si pettina. Spesso la tricodinia si associa a caduta o perdita di capelli. Infatti si riscontra una correlazione fra telogen effluvio e tricodinia e fra l’alopecia seborroica e la sensazione costante di dolore o irritazione al cuoio capelluto.

Scopri di più »

Alopecia da stress o psicogena

L’alopecia psicogena è un tipo di alopecia legata allo stress: tale connessione seppure non sia ancora stata spiegata scientificamente, è ben nota nell’esperienza di chi si occupa del problema. Oltre allo stress ne sono causa anche i disturbi di personalità, gli stati d’ansia e di depressione, che rappresentano tutte condizioni di stress acuto o cronico.

Scopri di più »

Tipologia e morfologia dei capelli

Nel valutare la tipologia e la morfologia dei capelli occorre considerare alcuni parametri ed alcune caratteristiche: forma, densità ed aspetto. La comparsa dei capelli sotto forma di lanuggine si ha durante il quarto mese di gravidanza.
I capelli crescono con una velocità di circa 0,3 mm al giorno, ossia 1 cm al mese. Essi si allungano maggiormente nella donna. Tale crescita in ogni caso tende a diminuire con l’età. Questo ritmo di crescita dei capelli è più evidente nella fascia di età compresa tra i 10-11 anni e tra i 16-18 anni. Questi valori possono variare da soggetto a soggetto. Il ciclo di crescita dei capelli dura in media dai 2 ai 6 anni.
Esistono però delle eccezioni, casi in cui esso può arrivare anche ai 10 anni. Alla fine di ogni ciclo, il capello cade e viene sostituito da un nuovo capello.

Scopri di più »

Alopecia Areata

L’alopecia areata è una patologia legata a un disordine dell’immunità cronico che colpisce i follicoli in fase anagen (di crescita) e che causa in genere chiazze glabre, oltre al cuoio capelluto possono essere colpire i peli delle altre aree del corpo, nei casi più gravi la persona può divenire completamente priva di peli e capelli. Colpisce circa 1 persona su 1000 e l’età d’esordio è generalmente prima dei 30 anni, comunque il disordine può presentarsi a qualsiasi età. Uomini e donne sono colpiti in egual misura.

Scopri di più »

cerca il centro piu vicino a te

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione piu adatta alla tua esigenza.

Prenota una consulenza gratuita

Prenota una consulenza gratuita con i nostri esperti e scopri di più sulle soluzioni CRLAB.

Prenota una videoconsulenza gratuita

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Tutte le soluzioni CRLAB, specialisti nel benessere di cute e capelli.

1.Tricologia e Scalp Care

Contrasta la caduta in maniera efficace, risolvi definitivamente il problema di forfora o di eccesso di sebo. Una gamma completa di prodotti specifici, testati in laboratorio e realizzati con formulazioni di materie prime di alta qualità. 

2. Sistema di infoltimento 3D Hair

Per riavere una chioma folta e naturale e ritrovare l’immagine che hai perso, affidati al sistema brevettato CRL: invisibile, funzionale e su misura per te.

3. Autotrapianto

Rivolgiti ai nostri professionisti e scopri quale fra le tecniche di autotrapianto risponde alle tue esigenze.