Area scientifica

Collaborazione scientifica del prof. Marco Toscani e del dott. Pasquale Fino, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, Policlinico Umberto I – Università “Sapienza” di Roma.

Prurito di diversa intensità sul cuoio capelluto è una sensazione percepita da molte persone di entrambi i sessi.

Il prurito è un problema del cuoio capelluto che spinge i pazienti affetti a grattarsi la cute e si associa spesso a dolore. Si riconoscono molteplici cause che possono determinare questa patologia che non occorre sottovalutare in quanto può indurre anche alla perdita e caduta dei capelli. 

Cause del prurito al cuoio capelluto

Il prurito può essere scatenato sia da sostanze chimiche con cui sono preparati molti prodotti cosmetici, sia dagli shampoo. Da non sottovalutare poi l’effetto nocivo dell’inquinamento atmosferico e del buco dell’ozono. Il prurito si può associare anche a psoriasi, forfora, seborrea, follicolite, cute secca, dermatite seborroica, dermatite atopica, tigna, scabbia, pediculosi, eczema.

Prurito al cuoio capelluto: la forfora è la causa più frequente

Tra le varie cause che determinato il prurito, la forfora è la causa più presente e più diffusa. Nella forfora grassa caratterizzata da squame che grazie al sebo restano adese alla cute del cuoio capelluto si associa spesso un intenso prurito ed arrossamento della cute e a caduta dei capelli. Nella forfora secca il cuoio capelluto si presenta secco e disidratato e le cellule cadono non restando adese al cuoio capelluto. Essa non si assiste né a prurito, né a perdita o caduta dei capelli.

La presenza di cute secca associata a prurito (asteatosi) è caratterizzata dalla presenza di poca acqua e/o grassi sul cuoio capelluto. Nella asteatosi si riscontra uno squilibrio del normale equilibrio idro-lipidico necessario per una corretta ricrescita dei capelli. La cute secca con presenza di forfora secca, può dare prurito e raramente anche dolore.

Cause del prurito al cuoio capelluto: iperseborrea, dermatite seborroica e psoriasi del cuoio capelluto

La iperseborrea chiude  la parte terminale dei follicoli comportando irritazione della cute. Inoltre l’eccesso di sebo si localizza sul cuoio capelluto non facendo traspirare la cute e dando prurito e nei casi più complicati anche alopecia seborroica.

La dermatite seborroica comporta infiammazione e irritazione della cute con comparsa di eritema cutaneo, sensazione di prurito (che porta a grattarsi peggiorando ancora di più il quadro clinico), follicolite e perdita o caduta dei capelli.

Lo strofinamento della cute, comporta una infiammazione della parte superiore dei follicoli piliferi, comparsa di dolore e caduta dei capelli.

La psoriasi del cuoio capelluto, patologia ereditaria, comporta irritazione cutanea e formazione di placche o squame biancastre senza comparsa di prurito e perdita dei capelli.

La tigna (tinea capitis), infezione dovuta ad un fungo, è caratterizzata dalla comparsa di una o più chiazze eritematose e desquamate, nelle quali si ritrovano capelli spezzati, sporchi, ed appaiono come coperti da polvere costituita da spore del fungo. Si associa un intenso prurito e forte dolore al cuoio capelluto.

Non esiste una correlazione sicura e scientificamente dimostrata né tra prurito e perdita dei capelli, né tra prurito e dolore al cuoio capelluto (tricodinia) ed infine né tra prurito e capelli grassi.

 

Fattori psicologici ed esterni possono causare il prurito al cuoio capelluto

Notevole influenza sul prurito localizzato al cuoio capelluto è data sia da fattori psicologici (come ansia, stress e traumi) e sia da fattori esterni  (prodotti igienici, alimentazione, agenti chimici, trattamenti cosmetici ecc.).

Rimedi e trattamenti contro il prurito al cuoio capelluto

Solo nei casi clinici in cui il prurito al cuoio capelluto è causato da abitudini igieniche o cosmetiche sbagliate, correggendo questi errori si risolve il problema. Negli altri casi più seri, invece, per eliminare il prurito è necessario bloccare il fenomeno che lo produce.

A seconda che si tratti di seborrea, dermatite o forfora è opportuno ricorrere a trattamenti tricologici mirati che sono capaci di rimuovere la causa alla radice. Utili rimedi per ridurre la sensazione di prurito sono shampoo allo zolfo, shampoo alla camomilla, shampoo all’ortica e lozioni al cortisone.

Alopecia da stress o psicogena

L’alopecia psicogena è un tipo di alopecia legata allo stress: tale connessione seppure non sia ancora stata spiegata scientificamente, è ben nota nell’esperienza di chi si occupa del problema. Oltre allo stress ne sono causa anche i disturbi di personalità, gli stati d’ansia e di depressione, che rappresentano tutte condizioni di stress acuto o cronico.

Scopri di più »

Perdita capelli (Telogen Defluvio)

Con il termine di Telogen Defluvium intendiamo una caduta modesta di capelli in fase telogen, non eccessiva, ma che tende ad essere spesso irreversibile, con le caratteristiche che sono proprie del capello in fase di decadimento o di involuzione. I capelli che cadono sono per lo più corti e fini, con bulbi poco sviluppati e di dimensioni ridotte.

Scopri di più »

Trapianto e autotrapianto capelli: FUT e FUE

La cura e la chirurgia della calvizie sono legate al grado di perdita dei capelli, al tipo di situazione locale dell’area donatrice, alle aspettative del paziente. Non esiste quindi una terapia chirurgica che possa essere valida per tutte le situazioni.
Due sono le tecniche più all’avanguardia oggi a nostra disposizione: la F.U.T. e la F.U.E.
L’autotrapianto F.U.T. (Follicular Unit Transplantation) si avvale del prelievo di una striscia di cuoio capelluto asportata dalla regione occipitale, area donatrice ideale perché non soggetta alle influenze ormonali che favoriscono la caduta dei capelli.

Scopri di più »

Struttura e chimica del cuoio capelluto

l cuoio capelluto essendo costituito da pelle (come tutte le altre zone del corpo) è soggetto a problemi quali alterazioni, anomalie, disturbi o malattie vere e proprie. Il compito del cuoio capelluto è quello di proteggere il cervello non solo attraverso la presenza dei capelli, ma anche attraverso la termoregolazione di tutta la testa, filtrando i raggi del sole ed impedendo l’eccessiva dispersione di calore in ambienti freddi.
Il cuoio capelluto è tenacemente adeso, con interposizione di scarsissimo tessuto connettivo, alla galea capitis, aponeurosi che riveste direttamente le ossa del cranio.

Scopri di più »

Dermatite Seborroica

La dermatite seborroica è un problema del cuoio capelluto molto comune caratterizzata dalla presenza di squame giallastre ed untuose della cute. Essa si associa ad eritema, a piccole formazioni crostose ed ad intenso prurito.

Scopri di più »

Perdita capelli (Telogen Effluvio)

Il termine Telogen Effluvium fu introdotto per la prima volta da Kligman (*) nel 1961 per indicare una caduta dei capelli di origine benigna ed acuta che fa seguito ad uno stress che può essere di tipo diverso, intenso e breve. Successivamente Rebora (**) ha introdotto il concetto di Telogen Effluvio cronico.

Scopri di più »

cerca il centro piu vicino a te

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione piu adatta alla tua esigenza.

Prenota una consulenza gratuita

Prenota una consulenza gratuita con i nostri esperti e scopri di più sulle soluzioni CRLAB.

Prenota una videoconsulenza gratuita

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Tutte le soluzioni CRLAB, specialisti nel benessere di cute e capelli.

1.Tricologia e Scalp Care

Contrasta la caduta in maniera efficace, risolvi definitivamente il problema di forfora o di eccesso di sebo. Una gamma completa di prodotti specifici, testati in laboratorio e realizzati con formulazioni di materie prime di alta qualità. 

2. Sistema di infoltimento 3D Hair

Per riavere una chioma folta e naturale e ritrovare l’immagine che hai perso, affidati al sistema brevettato CRL: invisibile, funzionale e su misura per te.

3. Autotrapianto

Rivolgiti ai nostri professionisti e scopri quale fra le tecniche di autotrapianto risponde alle tue esigenze.