Area scientifica

Collaborazione scientifica del prof. Marco Toscani e del dott. Pasquale Fino, Cattedra di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica, Policlinico Umberto I – Università “Sapienza” di Roma.

Origine genetica e struttura dei capelli fini

Fattori genetici influiscono e determinano il diametro dei capelli.

Il loro volume varia da persona a persona. Per questo motivo alcuni individui nascono con capelli fini, invece altri nascono con capelli spessi sin dalla nascita.

Il diametro dei capelli è un elemento molto importante. Esso oltre che a caratterizzare il loro aspetto ci da informazioni anche sul loro stato di salute. I capelli fini sono meno belli, meno vitali, meno robusti e più vulnerabili di quelli spessi, per cui essi sono maggiormente aggrediti da agenti esterni ed interni.

I capelli sono formati da tre strati detti (dal più interno al più esterno) midollo, corteccia e cuticola. Lo spessore e la forma del capello dipende dalla corteccia. Nella corteccia la cheratina si accumula in quantità maggiori. Nei capelli fini la corteccia risulta sottile e di dimensioni inferiori alla norma. Una corteccia sottile rende il capello meno compatto e debole, per cui esso tende più facilmente a rovinarsi ed a rompersi.

I capelli possono diventare fini non solo per motivi di origine genetica ma anche per molte altre cause e per vari problemi, rispetto ai quali si può intervenire con trattamenti mirati.

Perché i capelli possono diventare fini?

I trattamenti estetici per i capelli di tipo aggressivo agiscono soprattutto a livello della cuticola (lo strato esterno dei capelli), fino ad assottigliarla o consumarla del tutto (tinture, permanenti, stirature, ossigenazioni, spazzolature troppo intense, aggressive o prolungate, piastre aggressive e roventi, phon troppo caldo e ravvicinato), e possono arrivare a causare addirittura la caduta dei capelli.

La chemioterapia finisce con il bloccare l’attività e la funzione della papilla dermica ed il processo di proliferazione cellulare per cui i capelli che non cadono riducono il loro volume, si assottigliano e si indeboliscono.
L’assunzione di farmaci per malattie di tipo autoimmune riduce la proliferazione cellulare che conferisce consistenza e corposità al capello, ma può anche impedire il corretto processo di espulsione delle tossine dalla cute. In entrambi i casi i capelli finiscono col crescere fini.

Gli agenti atmosferici esterni finiscono con il danneggiare l’equilibrio idro-lipidico della cute e rovinare la cuticola dei capelli rendendoli fini e secchi (eccesso di esposizione ai raggi solari, smog ed inquinamento, esposizione all’acqua salate del mare, esposizione all’acqua di piscina piena di cloro).
Stress o tensioni psico-fisiche possono portare sia ad una eccessiva produzione di sebo (che comporta un ingrassamento dei capelli), sia ad una produzione di tossine che ostacolano ed indeboliscono il processo di formazione del capello.
Inoltre i capelli fini sono sensibili all’elettricità statica che li rende disordinati, scomposti e difficili da pettinare.
I capelli sfibrati e le doppie punte si sviluppano più facilmente in persone con i capelli fini piuttosto che con i capelli spessi. Quando i capelli crescono fini non per motivi di origine genetica, ma per problemi di salute inerenti la cute dei capelli o dell’apparato pilo-sebaceo, la perdita di capelli può essere una conseguenza e un segnale di altri problemi. Anche se non cadono, i capelli fini appaiono visivamente pochi e diradamento.

Raggi infrarossi, trattamenti laser e trattamenti biostimolanti sono utilizzati per restituire volume ai capelli fini. Queste metodiche hanno come fine la disinfezione e la vascolarizzare del cuoio capelluto. La loro azione permette di aiutare e favorire la circolazione sanguigna deputata a nutrire i capelli. Utilizzare prodotti ristrutturanti di ottima qualità, a base di cheratina, permette di ispessire e rinforzare i capelli fini.

Perdita capelli (Telogen Effluvio)

Il termine Telogen Effluvium fu introdotto per la prima volta da Kligman (*) nel 1961 per indicare una caduta dei capelli di origine benigna ed acuta che fa seguito ad uno stress che può essere di tipo diverso, intenso e breve. Successivamente Rebora (**) ha introdotto il concetto di Telogen Effluvio cronico.

Scopri di più »

Trapianto e autotrapianto capelli: FUT e FUE

La cura e la chirurgia della calvizie sono legate al grado di perdita dei capelli, al tipo di situazione locale dell’area donatrice, alle aspettative del paziente. Non esiste quindi una terapia chirurgica che possa essere valida per tutte le situazioni.
Due sono le tecniche più all’avanguardia oggi a nostra disposizione: la F.U.T. e la F.U.E.
L’autotrapianto F.U.T. (Follicular Unit Transplantation) si avvale del prelievo di una striscia di cuoio capelluto asportata dalla regione occipitale, area donatrice ideale perché non soggetta alle influenze ormonali che favoriscono la caduta dei capelli.

Scopri di più »

Alopecie post-infettive

Si tratta di alopecie che si verificano dopo specifiche malattie infettive.
Possono avvenire durante gravi stati febbrili determinando in questi casi un effluvium in anagen, mentre – quando sono legate a malattie febbrili più blande, alla sifilide secondaria, all’ epatite virale e ad infezioni ad andamento cronico – in genere si presentano con il quadro del telogen effluvium. Infezioni da Varicella e herpes zoster possono esitare in aree ovalari di 2-3 mm di diametro nel primo caso, in aree più vaste ma limitate ad un

Scopri di più »

Iperseborrea

La iperseborrea o ipersecrezione di sebo non è altro che un problema del cuoio capelluto dovuto ad una eccessiva produzione di sebo causata dell’iperattività delle ghiandole sebacee. Sintomi immediati della iperseborrea sono il prurito ed il dolore al cuoio capelluto.

Scopri di più »

Follicoli e bulbi piliferi

Il follicolo pilifero è una formazione di origine epidermica, affondata nel derma e formata dal pelo e dalle sue guaine.
La formazione dei follicoli piliferi è precoce. Essi iniziano a comparire già intorno al secondo mese di gestazione. Tali follicoli continueranno a formarsi per tutta la gravidanza. Infatti alla nascita il bambino avrà tutto il corredo di follicoli di cui è stato geneticamente dotato e da questo momento in poi non se ne formeranno più degli altri.
Il follicolo pilifero affonda nella cute seguendo una certa inclinazione, per questo motivo i nostri peli normalmente non sono diritti, ma sono leggermente inclinati.

Scopri di più »

Psoriasi del cuoio capelluto

n ambito tricologico con il passar dell’età in seguito al processo di incanutimento della chioma del cuoio capelluto (detto canizie) si assiste ad un imbiancamento dei capelli. I capelli diventano bianchi (canuti) in seguito ad un naturale processo biologico di invecchiamento dei melanociti, che sono le cellule deputate alla colorazione dei capelli.
Nella maggior parte delle persone i primi capelli bianchi spuntano intorno ai 35/40 anni nelle donne ed intorno ai 30/35 anni negli uomini.

Scopri di più »

cerca il centro piu vicino a te

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione piu adatta alla tua esigenza.

Prenota una consulenza

Prenota una consulenza con i nostri esperti e scopri di più sulle soluzioni CRLAB.

Prenota una videoconsulenza gratuita

I nostri esperti ti aiuteranno nel trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Tutte le soluzioni CRLAB, specialisti nel benessere di cute e capelli.

Tricologia e Scalp Care

Contrasta la caduta in maniera efficace, risolvi definitivamente il problema di forfora o di eccesso di sebo. Una gamma completa di prodotti specifici, testati in laboratorio e realizzati con formulazioni di materie prime di alta qualità. 

Sistema di infoltimento CRL

Per riavere una chioma folta e naturale e ritrovare l’immagine che hai perso, affidati al sistema brevettato CRL: invisibile, funzionale e su misura per te.

Autotrapianto

Rivolgiti ai nostri professionisti e scopri quale fra le tecniche di autotrapianto risponde alle tue esigenze.